NATALE: BAMBINI DECISIVI PER ACQUISTI, 'GUERRA' DI SPOT IN TV
NATALE: BAMBINI DECISIVI PER ACQUISTI, 'GUERRA' DI SPOT IN TV
PER SPONSOR I PIU' PICCOLI SALVERANNO CONSUMI, AFFARI PER 8-9 MILA MLD

Roma, 7 dic. (Adnkronos) - Natale magro. Secondo i dati della Confcommercio l'effetto sui consumi ammontera' quest'anno a poco piu' di 25 mila miliardi. Una perdita del 19% rispetto agli acquisiti natalizi del 2000. Ma secondo gli sponsor saranno i bambini i veri e propri salvatori del Natale dei commercianti, visto che nelle famiglie italiane con almeno un figlio (il 60% delle unita' familiari in tutto) i bambini condizionano gli acquisti natalizi per oltre 8-9 mila miliardi. ''Ed e' per questo -spiega Milka Pogliani, presidente dell'associazione dei creativi- che molti spot pubblicitari, vengono indirizzati ai piu' giovani'', scatenando una vera 'guerra' commerciale a colpi di spot televisivi sulle reti Rai e Mediaset. Sono infatti oltre 500 al giorno i messaggi pubblicitari trasmessi nelle fasce orarie coperte dal target bambino.

Secondo uno studio condotto dall'associazione 'Help me', svolto in collaborazione con 50 pubblicitari su un campione di 1.500 famiglie con almeno un bambino, i piu' piccoli sono decisivi per gli acquisti natalizi in moltissimi settori commerciali. Per i componenti elettronici, 26 acquisti su 100 sono decisi dai bambini. Il 25% per i televisori, 23% per i decoder, 22% per gli hi fi. Su 100 cellulari, mamma e papa' ne comprano venti perche' piacciono ai bambini. Su 100 paraboliche 18 vengono scelte dai bambini. Il 15% per le automobili, il 12% per i prodotti d'arredamento, il 26% per la meta di destinazione di vacanza.

I vestiti degli adulti devono piacere ai bambini nel 26% dei casi (e' piu' influenzabile paradossalmente la mamma). Scelgono i prodotti per la casa 15 bambini su 100. Quanto al cibo, l'area di influenza dei bambini rasenta la cifra record del 38%. (segue)

(Sin/Pe/Adnkronos)