NEONATI: L'ESPERTA, 500 MORTI IN CULLA IN ITALIA OGNI ANNO (2)
NEONATI: L'ESPERTA, 500 MORTI IN CULLA IN ITALIA OGNI ANNO (2)
PER PREVENIRE MORTE NO A FUMO, NON FAR DORMIRE BEBE' A PANCIA GIU'

(Adnkronos) - In attesa che la ricerca trovi risposte adeguate, l'unica arma a disposizione dei medici e delle famiglie sembra essere la prevenzione. ''Noi pediatri -prosegue la Villa- consigliamo alle mamme di osservare poche e semplici regole con le quali e' stato possibile ottenere l'abbattimento, fino al 50%, delle morti. E' fondamentale non fumare, ne' in gravidanza ne' vicino al bambino, evitare di coprirlo eccessivamente e di tenerlo in ambienti troppo caldi, non farlo dormire sulla pancia, ma solo sulla schiena o di fianco e infine evitare di tenere il bebe' nel lettone''.

L'Azienda ospedaliera Sant'Andrea di Roma ha presentato, alla regione Lazio, un progetto per la realizzazione di un centro di riferimento per lo studio, la cura e la prevenzione delle 'morti in culla'. ''In Italia esistono solo tre centri del genere -ha spiegato all'Adnkronos Salute Maria Pia Villa, docente di pediatria alla II facolta' di medicina della Sapienza di Roma- tre dei quali al nord, in Piemonte, Lombardia e Toscana, mentre uno sta per essere attivato in Sicilia. In realta' ne servirebbe uno in ogni regione''.

Obiettivo del progetto e' di predisporre campagne informative, in ospedale e sul territorio, rivolte alle donne in gravidanza e alle famiglie gia' colpite dal dramma a cui fornire un adeguato supporto psicologico e l'attento controllo dei nuovi nati. E proprio questa sera, presso il Complesso monumentale di Santo Spirito in Sassia a Roma, e' in programma una serata in beneficienza per la raccolta di fondi destinati alla realizzazione del progetto coordinato dalla professoressa Villa.

(Sal/Zn/Adnkronos)