PEDOFILIA: DON DI NOTO, OLOCAUSTO SILENZIOSO
PEDOFILIA: DON DI NOTO, OLOCAUSTO SILENZIOSO
DENUNCIATI 3.000 NUOVI SITI AL MESE SU INTERNET

Stra (Ve), 7 dic. - (Adnkronos) - ''La pedofilia e' un olocausto silenzioso'', questa l'accusa di don Fortunato di Noto, fondatore di 'Telefono Arcobaleno', a Stra nel veneziano, per un incontro promosso dall'Avis a villa Rossi-Pisani. Dalla sua attivazione (1997) Telefono Arcobaleno ha denunciato oltre 70 mila siti pornopedofili, di cui solo 58mila oscurati. Dai dati presentati al convegno risutano oltre 3 mila nuovi siti pedopornografici che vanno in rete ogni mese, 1200 dei quali denunciati dal solo 'Telefono Arcobaleno'. L'anno scorso sono scomparsi oltre 1600 bambini, di cui 250 italiani.

''La pedofilia e' un fenomeno che ha assunto proporzioni di massa -ha spiegato don di Noto- ed e' caratterizzato da due volti, uno culturale e l'altro di mercato, con la produzione di materiali pedopornografici per un giro di affari di 21 mila mld''. Internet e' stato sicuramente lo strumento che ha determinato una maggiore diffusione ''di questo crimine aberrante, ma attenzione -ha avvertito il fondatore di 'Telefono Arcobaleno'- non va demonizzato e soprattutto, bisogna stare attenti perche' anche in questo settore del crimine le indagini non colpiscano solo i guardoni, ma arrivino alle organizzazioni criminali che sono alle spalle''.

(Apd/Zn/Adnkronos)