PMI: LAZIO, CRESCE EXPORT MA MANCA INTERNAZIONALIZZAZIONE
PMI: LAZIO, CRESCE EXPORT MA MANCA INTERNAZIONALIZZAZIONE

Roma, 7 dic. - (Adnkronos) - Negli ultimi dieci anni i dati sull'export nel Lazio sono in amento ma l'internazionalizzazione appartiene ancora a poche imprese. E' quanto emerge da una ricerca sulle piccole e medie imprese del Confidi Lazio, il consorzio di garanzia fidi della Federlazio. Nel Lazio le esportazioni sono passate dal 3,9% al 4,6%. Tuttavia si tratta di un risultato modesto di fronte al 12% del Piemonte, al 14% del Veneto e al 28% della Lombardia. Tra le province del Lazio e' Roma a far la parte del leone, nonostante la flessione degli ultimi anni che ha ridotto il suo contributo all'export regionale dal 60% al 48%. Nel quinquennio 1996-2001, Latina e Frosinone hanno subito una flessione ed un successivo recupero di posizioni (oltre il 20%), Rieti risulta in forte crescita (dal 2% del '96 al 6% del 2000), mentre Viterbo resta all'ultimo posto con una quota del 2,3%.

Sotto il profilo merceologico i tre settori che esportano di piu' sono: il chimico-farmaceutico (31,6%), i mezzi di trasporto (22,3%), l'elettronica e l'ottica di precisione (19,3%). Per quanto riguarda gli investimenti diretti esteri, dallo studio emerge che le imprese del Lazio sono piu' destinatarie di investimenti altrui che non soggetti attivi di investimenti all'estero. Le aziende che attualmente detengono partecipazioni in imprese estere sono pari al 3,3%, mentre e' del 5,9% la quota di stabilimenti laziali partecipati da imprese estere rispetto al totale nazionale. Da cio' quindi si evince che il Lazio nell'internazionalizzazione tende ad essere un oggetto passivo. Dalla ricerca emerge anche che e' ancora scarso il ricorso da parte delle imprese alle leggi di finanziamento all'export. La legge regionale che finanzia i consorzi all'export praticamente non ha trovato applicazione, mentre quella destinata a chi intende esportare nei paesi extracomunitari ha registrato solo quattro operazioni nel 2001. Una sola azienda nel Lazio, infine, ha ricevuto finanziamenti per l'assistenza tecnica dell'export.

(Ala/Rs/Adnkronos)