SCUOLA: CENSIS, TANTE IDENTITA' DUE NUOVE ESIGENZE
SCUOLA: CENSIS, TANTE IDENTITA' DUE NUOVE ESIGENZE
COUNSELLING E CERTIFICAZIONE PER ADESIONE NON FORMALE AD AUTONOMIA

Roma, 7 dic. (Adnkronos) - Counselling e certificazione. Sono le due esigenze chiaramente manifestate dalla scuola italiana cui occorre rispondere prontamente per evitare una adesione puramente formale al principio dell'autonomia. E' quanto sostiene il Censis nel suo rapporto annuale sulla sistuazione sociale del Paese.

Gli istituti che hanno aderito al monitoraggio quantitativo dell'Autonomia sono passati dal 52% del '98/'99 a piu' del 77% nel 2000/2001. Le scuole che hanno chiesto di essere seguite dai team di osservatori attivati nell'ambito delle azioni di monitoraggio quanti-qualitativo sono state ben 2.600 e tra queste ne sono state scelte 1.100, del tutto nuove rispetto alle mille monitorate negli anni precedenti.

La scuola delle ''tante identita''', avverte quindi il Censis, manifesta chiaramente due ordini di esigenze: il counselling, per capire come migliorare la propria programmazione formativa e la certificazione del proprio operato, che presuppone l'esistenza di uno schema condiviso di misurazione della qualita', ma anche un'azione di confronto continuo del singolo istituto con la propria storia e con le altre realta'.

Gli ambiti di innovazione e le attivita' contemplate nei Piani dell'offerta formativa puntano decisamente sulla qualita' dell'organizzazione didattica, privilegiando aspetti come la continuita' didattica (91%) e la collaborazione con altre scuole e altri soggetti (88,5%); la centralita' dello studente sembra confermata dalle attivita' relative ai soggetti in situazione di handicap (85,9% dei Pof), dall'attivazione di insegnamenti integrativi (82,2%) e dall'articolazione flessibile del gruppo classe (79,5%).

(Sin-Bis/Gs/Adnkronos)