SCUOLA: STUDENTI, VOTO DI CONDOTTA? GRAVE PASSO INDIETRO
SCUOLA: STUDENTI, VOTO DI CONDOTTA? GRAVE PASSO INDIETRO
UDS, VALUTAZIONE ARBITRARIA DISCRIMINA I 'CATTIVI'

Roma, 7 dic. - (Adnkronos) - Gli studenti bocciano senza appello l'ipotesi di un ritorno della valutazione del comportamento nel giudizio scolastico. La proposta della commissione Bertagna viene infatti definita ''elemento gravissimo'' che ''dimostra la volonta' di riportare indietro di anni la scuola'', dall'Unione degli Studenti.

''La valutazione della condotta -afferma Claudia Pratelli- e' basata su criteri altamente arbitrari e colpisce generalmente i rappresentanti di istituto, chi partecipa a manifestazioni o scioperi. In sostenza e' un elemento per indicare e discriminare i 'cattivi', quando per cattivi si intende chi manifesta il proprio dissenso''.

''E' un'ipotesi che ci preoccupa -prosegue la portavoce dell'Uds- anche alla luce del disegno generale. Il fatto che si restringano gli organismi di partecipazione studentesca, si sferri un attacco forte ai diritti degli studenti, disegna una scuola in cui gli studenti non hanno diritti e coloro che cercano di rivendicarli vengono indicati e 'puniti', delinea un modello di scuola fortemente e gravemente autoritario''.

(Ste/Rs/Adnkronos)