VIDEOGAME: ARRIVA 'TWISTER', MA E' POLEMICA SU SIMULATORE
VIDEOGAME: ARRIVA 'TWISTER', MA E' POLEMICA SU SIMULATORE
MALESSERI IN USA, GENITORI CHIEDONO RITIRO MONTAGNE RUSSE VIRTUALI

Roma, 23 dic. - (Adnkronos) - Arriva anche in Italia 'Twister', il primo simulatore di montagne russe. Un videogame che in America e' diventato un vero e proprio caso, tanto che diverse associazioni di genitori hanno chiesto di vietarlo almeno ai minori di 14 anni. Realizzato con la consulenza del MIT di Boston, e' il primo videogame fotorealistico tridimensionale in tempo reale, che simula alla perfezione l'esperienza delle montagne russe permettendo di viverla davanti allo schermo del computer. Ad una velocita' che puo' raggiungere i 290 chilometri orari.

Per realizzare 'Twister' sono state utilizzate videocamere digitali che hanno ripreso a 360 gradi i percorsi delle piu' spericolate montagne russe di tutto il mondo. E il giocatore avverte le stesse sensazioni dell'esperienza reale: loop completi, avvitamenti laterali, giri acrobatici e altro ancora, il tutto ad alto tasso adrenalinico e di realismo simile all'effetto del cinema tridimensionale.

Proprio questo eccesso di realismo ha trasformato 'Twister' in America (dove e' uscito pochi mesi fa con il titolo 'Ultimate Ride'), in un vero e proprio fenomeno, ma anche in oggetto di discordia. La mania ha dilagato fino alle immancabili polemiche, arrivate quando i casi di malessere si sono moltiplicati tra bambini, ma anche tra austeri manager della new economy: conati di vomito, sintomi di vertigini, sensazioni di vuoto d'aria durante tutto il giorno, scariche di adrenalina a ripetizione. E il videogioco e' finito sotto accusa. Cosi', c'e' chi ha suggerito di accompagnare a 'Twister' le stesse precauzioni che si usano per montagne russe reali: altezza minima del giocatore (110 cm), divieto a chi ha problemi cardiaci e alle donne in gravidanza, suggerimento di non giocare per piu' di 20 minuti.

(Sin/Zn/Adnkronos)