CGIL: ANCHE ECO, TABUCCHI, CERAMI, RAVERA CON LAVORATORI IL 23 (2)
CGIL: ANCHE ECO, TABUCCHI, CERAMI, RAVERA CON LAVORATORI IL 23 (2)
''CERVELLONI'' IN PIAZZA IL 23 MARZO, IN SCIOPERO IL 5 APRILE

(Adnkronos) - Oggi, si legge nell'adesione inviata a Corso Italia, si cerca di ''plasmare il lavoro e la societa' sulla base del comando padronale, ben rappresentato dal Grande Imprenditore-Padrone dell'informazione-Capo assoluto del governo, Silvio Berlusconi''. I firmatari definiscono ''gravissimo l'attacco all'articolo 18'', che rappresenta ''solo il preludio alla demolizione di tutti i diritti su cui e' fondato lo Stato sociale, frutto di una lunga stagione di durissime lotte. La perdita delle garanzie in campo previdenziale e pensionistico mette i lavoratori anziani alla merce' del mercato e consegna quelli giovani all'arbitrio delle imprese''.

La folta schiera di intellettuali boccia anche ''la rottura della scuola pubblica, la scuola per tutti'' e ''il predominio, teorizzato e programmatico, della scuola privata''. La creazione di due scuole, una ''per la classe dirigente'' e una ''per i figli dei lavoratori meno abbienti'', rivela secondo i firmatari ''una visione chiusa e retrograda dei processi formativi e della stessa convivenza civile''. Ricerca del privilegio, si legge ancora, espressa anche dalla legge Bossi-Fini sull'immigrazione.

Il conflitto con questa politica, si legge ancora, ''tocca ormai le questioni fondamentali della liberta' intellettuali e della ricerca, si trasforma in una scelta di civilta' alla quale nessuno puo' sottrarsi''; meno che mai gli intellettuali, che quindi ''manifestano la loro solidarieta' nei confronti delle iniziative assunte dalla Cgil'' e ''invitano i lavoratori intellettuali di tutte le categorie e di tutti i settori a partecipare attivamente alla manifestazione nazionale di Roma del 23 marzo e al successivo sciopero generale''.

(Pab/Pn/Adnkronos)