INFLAZIONE: BCE, SOTTO IL 2% ENTRO IL 2002
INFLAZIONE: BCE, SOTTO IL 2% ENTRO IL 2002
RIPRESA, TEMPI E INTENSITA' RESTANO INCERTI

Roma, 13 mar. (Adnkronos) - La Banca centrale europea prevede che ''nel corso del 2002 l'inflazione al consumo'' nei paesi Ue si ''stabilizzi su livelli decisamente inferiori al 2%'', in linea con quanto previsto. Il recente rialzo dei prezzi, spiega la Bce nel bollettino mensile, ''non dovrebbe produrre conseguenze nel medio termine'', ed e' dovuto ''in ampia misura a fattori eccezionali e di natura transitoria'', come fattori climatici particolarmente avversi che hanno colpito alcune zone dell'area euro e determinato impennate nei prezzi dei prodotti alimentari non trasformati; il riferimento a' anche alla fiammata dei prezzi delle verdure a gennaio in Italia. Quanto all'euro, la Bce osserva che ''sinora non e' emersa alcuna indicazione di un impatto significativo sul livello dei prezzi dovuto all'entrata in circolazione'' della nuova moneta; anzi, ''vi e' motivo di credere che l'immissione in circolazione delle nuove banconote e monete intensifichi la concorrenza, agevolando in tal modo il mantenimento della stabilita' dei prezzi''.

Meno ottimismo per la ripresa economica, invece. La Bce non da' numeri, ma osserva che ''informazioni recenti hanno confermato le attese di un progressivo rafforzamento dell'attivita' economica nel 2002. L'incertezza che circoanda il contesto mondiale -si legge nel bollettino- sembra diminuire gradualmente. I risultati di indagini congiunturali condotte recentemente nell'area dell'euro lasciano intravedere un consolidamento dell'attivita' economica''. Le ''aspettative di una ripresa -prosegue la Bce- sono confortate dalle attuali favorevoli condizioni di finanziamento, dalla solidita' delle variabili economiche fondamentali e dall'accelerazione del reddito disponibile'', il tutto stimolato dal calo dei tassi di inflazione. Rimangono pero' ''incerti'' i tempi e l'intensita' della ripresa.

(Pab/Pe/Adnkronos)