MUCCA PAZZA: GRAZIE A TEST DNA SI SCOPRE SCAMBIO BOVINI
MUCCA PAZZA: GRAZIE A TEST DNA SI SCOPRE SCAMBIO BOVINI

Vicenza, 13 mar. - (Adnkronos) - Un caso unico in Italia e forse anche in Europa: la richiesta del test del Dna sulla 'figlia' di un capo di bestiame per accertarne eventuali patologie. L'iniziativa e' partita da un allevatore di Castelgomberto (Vicenza), Floriano De Franceschi, a cui era stata comunicata la positivita' al test Bse su un capo proveniente da un suo allevamento di vacche da latte e macellato a Caserta. E proprio grazie al test sul Dna effettuato sulla 'figlia' del capo abbattuto a Caserta e' stata scoperta la 'truffa': l'ipotesi piu' probabile e' quello di uno scambio dei contrassegni di identificazione tra il capo sano, quello di De Franceschi, ed un altro malato proveniente da un altro allevamento, tuttora sconosciuto.

Come confermato dal legale dei De Franceschi, Massimo Pesavento, verra' ora presentato un esposto alla magistratura per ipotesi di reato di truffa. E mentre si apprende di un nuovo presunto caso di Bse ad Asiago, sempre nel vicentino, per iniziativa della Coldiretti di Vicenza, si vuol estendere ora l'esame del Dna ai capi bovini di tutti gli allevamenti.

(Ave/Pn/Adnkronos)