PVS: BANCA MONDIALE, CRESCONO MA SERVONO 40-60 MLD DOLLARI ANNUI
PVS: BANCA MONDIALE, CRESCONO MA SERVONO 40-60 MLD DOLLARI ANNUI
PER RIDURRE POVERTA'

Roma, 13 mar. - (Adnkronos) - I paesi in via di sviluppo (Pvs), nonostante la crisi che ha investito l'economia mondiale, crescono. Ma il tasso di crescita e' talmente alto da non incidere sulla soglia di poverta'...che non registra alcuna riduzione. Per raggiungere l'obiettivo di dimezzare, entro il 2015, la popolazione in estrema poverta', e cioe' quella che vive con un dollaro al giorno, servono ancora dai 40 ai 60 mld di dollari. E' quanto emerge dal rapporto annuale della Banca Mondiale ''Global Development Finance'' e dove si sollecita il massimo impegno dei paesi ricchi per il raggiungimento dell'obiettivo.

Gli aiuti internazionali ai paesi poveri, si legge nel rapporto, sono scesi da 45 mld di dollari nel 1990 a 39 mld nel 2001: ossia un taglio del 20%. L'incidenza di tali aiuti sul prodotto nazionale lordo dei Paesi maggiormente industrializzati sono passati dello 0,34% nel 1990 al 0,22% nel 2000. Il tasso di produzione dei paesi in via di sviluppo quest'anno e' del 3,2%, poco al di sopra dei dati registrati nel 2001. Continuano a crescere piu' rapidamente dei paesi ricchi, e il loro tasso di crescita nel 2002 dovrebbe essere dello 0,8% sostanzialmente uguale all'anno scorso. Nel 2003, la crescita dei paesi in via di sviluppo dovrebbe incrementarsi del 5%: rialzo che saranno meno accentuati in molti paesi poveri.

(Eca/Pn/Adnkronos)