CONFINDUSTRIA: BRACCO, GOVERNO DIA PIU' RISORSE ALLA RICERCA
CONFINDUSTRIA: BRACCO, GOVERNO DIA PIU' RISORSE ALLA RICERCA

Roma, 19 mar. - (Adnkronos) - ''Occorre operare affinche' il Governo, cogliendo quanto questa cultura sia vitale per la crescita di un economia moderna, aumenti l'impegno dedicato alla ricerca''. E' questo l'appello lanciato dal Consigliere Delegato per la Ricerca, l'Innovazione e lo Sviluppo Tecnologico di Confindustria, Diana Bracco in occasione della riunione plenaria della Commissione svoltasi oggi presso la sede di Viale dell'Astronomia. ''Dobbiamo operare sulla cultura del nostro Paese. Solo creando questa sensibilita' che permette di cogliere come ricerca e innovazione siano pervasive della nostra quotidianita' e base di benessere sociale, sara' possibile attivare quelle iniziative che riteniamo indispensabili per il rilancio del sistema ricerca in Italia'' ha sottolineato Bracco.

Un appello, quello di Bracco cui si e' unito il Direttore Generale, Stefano Parisi che si e' augurato che nel prossimo Dpef trovi un cospicuo spazio il settore della ricerca: ''non vorrei che si ripetesse la situazione dell'anno scorso'' ha affermato Parisi.

La commissione ha fatto il punto della situazione e dei risultati ottenuti in due anni di lavoro. Ne e' emerso un bilancio positivo anche se ''molte sono le questioni ancora aperte'', come evidenziano i dati relativi all'impegno dell'Italia nella ricerca: la crescita della spesa pubblica in ricerca nel nostro Paese e' rimasta invariata nel 2001 mentre si e' incrementata del 2% in Francia e in Germania rispetto all'anno precedente, del 7% in Gran Bretagna e addirittura del 13% negli Stati Uniti. (segue)

(Eca/Rs/Adnkronos)