E-GOVERNMENT: STANCA, PICCOLA RIVOLUZIONE COPERNICANA
E-GOVERNMENT: STANCA, PICCOLA RIVOLUZIONE COPERNICANA

Ancona, 19 mar. - (Adnkronos) - ''Le nuove tecnologie permetteranno di trasformare la pubblica amministrazione che finora non ha creato ma ha distrutto valore''. Lo ha detto il Ministro per l'Innovazione e le Tecnologie Lucio Stanca, intervenendo al convegno sull'e-Government organizzato dalla Regione Marche. ''La pubblica amministrazione e' infatti ancora molto lenta, burocratica, inefficiente, anche secondo l'opinione pubblica. Noi vorremmo fare della pubblica amministrazione un fattore di sviluppo del paese''.

La trasformazione che sta avvenendo, attraverso l'innovazione tecnologica e il processo di e-Government, e' per il Ministro Stanca una ''piccola rivoluzione copernicana'' che deve porre l'attenzione sul cittadino-utente e sull'impresa ed offrire loro un servizio come se fossero un cliente. ''E' un processo di cambiamento - ha detto Stanca - che si affianca alla modifica dello Stato ed all'applicazione del federalismo e che deve seguire le indicazioni del Consiglio europeo di Barcellona, in cui e' stato proposto di proseguire il progetto di e-Europe fino al 2005, per la creazione della societa' della conoscenza e dell'informatica''.

Fra gli obiettivi del Ministero, ci sono l'attuazione del progetto di e-Government in tutte le regioni con un finanziamento di 120 milioni di euro per la prima fase e di 150 per la seconda, del progetto e-Health per la creazione di una rete telematica per la sanita', il sostegno alla realizzazione delle autostrade digitali, la nascita di un unico portale Internet per la pubblica amministrazione, la diffusione della carta d'identita' elettronica, l'applicazione di sistemi di sicurezza che permetta una navigazione virtuale nei rispetti dei diritti dei cittadini e della privacy.

(Ama/Pn/Adnkronos)