IMPRESE: DOMANI PRIMA CONVENTION SISTEMA CONFEDERALE LAZIO
IMPRESE: DOMANI PRIMA CONVENTION SISTEMA CONFEDERALE LAZIO
ASS. SAPONARO, ORGANIZZAZIONI DETERMINANTI PER SVILUPPO

Roma, 19 mar. - (Adnkronos) - Le 'Imprese del Lazio come chiave strategica nel percorso del federalismo': sara' questo il tema della prima convention del sistema confederale regionale del Lazio, promossa dal presidente dell'Unione degli industriali di Roma e della Federazione dell'industria del Lazio, Giancarlo Elia Valori. Nella logica del 'fare sistema', per la prima volta, domani, tutte le associazioni industriali della regione si riuniranno nell'Auditorium della Tecnica, in viale Tupini a Roma, per parlare di innovazione e sviluppo del territorio. E oltre alle varie associazioni industriali, discuteranno del rilancio del tessuto produttivo laziale anche esponenti delle istituzioni, dell'economia e del mondo accademico.

''Nel progetto di sviluppo che la Regione sta attuando per l'economia del territorio laziale, -ha detto l'assessore regionale alle Attivita' produttive Francesco Saponaro- il contributo delle organizzazioni imprenditoriali lo ritengo determinante. Abbiamo infatti usato il sistema della concertazione in ogni iniziativa regionale. L'ultimo esempio e' la Legge sui distretti industriali, su cui stiamo facendo partire i tavoli di concertazione, coordinati dall'Agenzia Sviluppo Lazio, per individuare le aree di interesse da sostenere. Pensiamo poi alla collaborazione avviata tra regione Lazio e Associazioni di impresa per l'internazionalizzazione, su cui dobbiamo colmare i ritardi rispetto alle regioni del nord, ed infine -ha aggiunto l'assessore- e' fondamentale il contributo delle Associazioni nel campo della formazione, per dare un deciso cambio di cultura al mondo imprenditoriale''. All'incontro di domani saranno presenti il vicepresidente del consiglio Gianfranco Fini, il sindaco di Roma Walter Veltroni, e i presidenti delle associazioni delle province di Frosinone, Giuseppe Zeppieri, Latina, Franco Cesarini, Rieti, Luciano Balzerani, e Viterbo, Marco Giuliani. Al dibattito prenderanno parte anche Antonio Baldassarre, Pietro Larizza ed Edward N. Luttwak.

(Ala/Rs/Adnkronos)