LAVORO: COFFERATI, DECIDERE INSIEME OBIETTIVI DELLA LOTTA (2)
LAVORO: COFFERATI, DECIDERE INSIEME OBIETTIVI DELLA LOTTA (2)
C'E' ANCHE LA SCUOLA TRA I TEMI DA AFFRONTARE CON CISL E UIL

(Adnkronos) - Insieme alla decisione sulla data dello sciopero generale, il leader della Cgil si augura che domani, insieme a Cisl e Uil, possano essere ''decise anche tante altre iniziative di fronte ad un atteggiamento inaccettabile del governo su tanti argomenti, anche se il tema dell'art. 18 e dei diritti sono quelli che oggettivamente appaiono piu' visibili''. ''Non bisogna dimenticare -ha aggiunto- che i governo vuole discutere nelle commissioni parlamentari la delega sul fisco (che produrrebbe danni rilevanti per le persone piu' deboli cosi' come e' stata congegnata), la delega previdenziale (che non accettiamo perche' attraverso la decontribuzione si mette in crisi il sitema previdenziale italiano).

''E c'e' poi un tema per noi -dichiara ancora Cofferati- importantissimo come lo e' quello della scuola pubblica. I provvedimenti del ministro Moratti sono regressivi, perche' riportebbero la scuola italiana indietro di tanti decenni mentre servirebbe proprio un accesso migliore al sapere per i giovani e una riforma profonda dell'ordinamento scolastico per dare piu' valore all'apprendimento. Penso che -ha proseguito sempre Cofferati- lo sviluppo di una economia debba basarsi prevalentemente sugli elementi della conoscenza e non sulle attivita' materiali come e' stato un tempo. Con questi provvedimenti del ministro Moratti si va indietro invece di procedere nella direzione giusta, come tra l'altro l'Europa ci chiede''. Dunque, sottolinea Cofferati, ''sono tanti gli argomenti che vanno affrontati'' unitariamente da Cgil, Cisl e Uil e ai quali ''deve essere destinata la nostra lotta per ottenere risultati positivi''.

(Pam/Rs/Adnkronos)