SOMMERSO: ANGELETTI, FINCHE' AZIENDE LO AUMENTANO...
SOMMERSO: ANGELETTI, FINCHE' AZIENDE LO AUMENTANO...
D'AMATO, 'QUESTO NON TE LO CONSENTO' E RIVENDICA PARTENITA' LOTTA

Roma, 19 mar. - (Adnkronos) - ''Sette mesi fa avete fatto le riforme sul sommerso e noi vi abbiamo detto che bisognava convincere le imprese a non alimentarlo. Perche' fin quando le aziende aumentano il lavoro nero sara' difficile che i lavoratori emergano, qualunque sia l'incentivo offerto dal governo''. Il leader della Uil, Luigi Angeletti, nel corso del programma 'Porta a Porta' accusa indirettamente gli imprenditori della prosperita' dimostrata in Italia dal lavoro nero... e fa infuriare il presidente di Confindustria Antonio D'Amato: ''questo non te lo consento'' afferma. E chiama in causa il presentatore, Bruno Vespa: ''lei che e' un uomo dell'informazione si ricorda chi e' che in Italia ha per la prima volta posto l'accento su questo problema'' dice. Ma Angeletti non 'molla': ''chissa', allora per chi lavorano i 'sommersi!'' esclama. Poi si rivolge al ministro Tremonti e afferma: ''avete perso la scommessa sul sommerso''.

Ma Tremonti non si lascia intimidire e rilancia: ''mi dispiace deluderti, Angeletti, ma il lavoro nero sta lentamente emergendo e noi modificheremo e miglioreremo il provvedimento''. E' a questo punto che l'appello tante volte lanciato dal presidente di Confindustria Antonio D'Amato risuona negli studi di 'Porta a Porta': ''chiedo al sindacato di allearsi nella lotta contro il sommerso''.

(Ver-Tes/Zn/Adnkronos) 19-MAR-02 21:06 20-MAR-02 00:19