ASSICURAZIONI: IMPRESE SI FIDANO, MA CON RISERVA
ASSICURAZIONI: IMPRESE SI FIDANO, MA CON RISERVA

Milano, 21 mar. - (Adnkronos) - Le imprese italiane si fidano delle assicurazioni, ma con riserva. E' quanto emerge da una ricerca condotta tra ottobre e novembre 2001 da Abacus per conto di Assiteca, azienda leader in Italia nel settore del brokeraggio assicurativo. L'indagine, che ha riguardato un campione nazionale di 500 aziende di ogni dimensione e settore di attivita', ha permesso di definire con un vero e proprio indice il rapporto di fiducia tra aziende e assicurazioni, calcolato sulla misurazione dello scostamento tra aspettative delle aziende e risposte delle assicurazioni, sulla base di un confronto con altri settori/istituzioni affini alle assicurazioni, nonche' attraverso l'analisi delle componenti anche di natura emotiva che influenzano le relazioni fra assicurato e assicuratore.

In generale gli intervistati sono globalmente soddisfatti dal mercato assicurativo e il loro giudizio nel complesso risulta sufficiente, con un indice che si attesta su un valore di 61/100. Ma se ci si addentra nell'analisi e si misura lo scostamento tra bisogni e offerte, emergono significative aree di debolezza. Si evidenzia innanzitutto una insoddisfazione nei confronti del 'prodotto' offerto: chiarezza e trasparenza e rapporto costi-benefici risultano essere offerti a un livello inferiore rispetto alle aspettative.

Un'altra importante area di insoddisfazione puo' essere riferita alla 'professionalita'. La sensazione che se ne trae e' che le compagnie propongono comunque delle soluzioni standard che si adattano in modo non completamente soddisfacente alle diverse esigenze dl cliente. L'impressione complessiva e' che ci si trovi di fronte a un settore che non gode di una fiducia diffusa e consapevole, quanto piuttosto a un settore che viva per cosi' dire 'di rendita' statico, che ha di fronte a se' molte aree di miglioramento, soprattutto dal punto di vista della professionalita', ovvero della capacita' di soddisfare una domanda sempre piu' evoluta e complessa, determinata dall'evoluzione del contesto economico-competitivo di riferimento. (Segue)

(Red-Cri/Zn/Adnkronos)