BIAGI: ANGELETTI, REVOCARE SCIOPERO? AVREBBE VINTO TERRORISMO
BIAGI: ANGELETTI, REVOCARE SCIOPERO? AVREBBE VINTO TERRORISMO
SEGRETERIA UNITARIA, SU DATA SCIOPERO DISCUSSIONE PIU' LUNGA

Roma, 21 mar. - (Adnkronos) - ''Se avessimo semplicemente avuto l'idea di revocare lo sciopero generale per paura di cio' che poteva accadere, per paura del terrorismo l'avremmo data vinta al terrorismo''. Ospite del programma di Rai 3 'Articolo 1', il leader della Uil, Luigi Angeletti, torna sull'omicidio del professor Biagi, spiegando le ragioni che hanno portato i sindacati a non retrocedere dalle decisioni prese prima di quel drammatico evento.''Questo delitto e' un fatto grave -dice- cerca di farci ripiombare in quelli che sono stati definiti gli anni di piombo, ma non siamo piu' in quell'epoca. L'Italia del XXI secolo e' molto diversa e noi non pensiamo di poter dare nessunissima soddisfazione a coloro che pensano di influire sulla vita del paese attraverso gli assassini''.

Il segretario generale ribadisce che le organizzazioni dei lavoratori continueranno a fare le loro battaglie: ''Siamo delle persone libere che vivono in un paese libero. Abbiamo delle opinioni, degli interessi da rappresentare, dei contrasti con la Confindustria e qualche volta con il governo e intendiamo dire la nostra nelle stesse forme che avevamo deciso prima di questo omicidio''.

Quanto al retroscena della segreteria unitaria che si e' svolta ieri in tarda mattinata Angeletti illustra i temi affrontati spiegando che ''sulla data dello sciopero generale c'e' stata la discussione piu' lunga''.

(Ver/Pn/Adnkronos)