BIAGI: MARONI SCRIVE A CAPO DIPARTIMENTO E SINDACATI DEL MINISTERO
BIAGI: MARONI SCRIVE A CAPO DIPARTIMENTO E SINDACATI DEL MINISTERO
NON LASCIATEVI PROVOCARE DA ILLAZIONI CONTENUTE IN ARTICOLO 'REPUBBLICA'

Roma, 21 mar. (Adnkronos) - ''Nell'articolo pubblicato oggi sul quotidiano 'La Repubblica' dal titolo 'Nel palazzo della paura ancora l'ombra della talpa', Sebastiano Messina descrive il ministero del lavoro e delle politiche sociali con termini francamente inaccettabili''. Queste le prime righe di una lettera inviata dal ministro del Welfare, Roberto Maroni al capo dipartimento, ai direttori generali e alle rappresentanze sindacali del ministero di Via Flavia nella quale rinnova la sua stima per tutti i lavoratori del dicastero del welfare e li invita a non farsi influenzare dalle ''illazioni'' contenute nel testo dell'articolo.

''Secondo Messina -scrive Maroni- il ministero e' il luogo 'dove la ragionevolezza e' sempre stata soggettiva, opinabile, contestabile'', frequentato da persone che hanno 'lo sguardo gelido di una talpa, di un basista, di un complice dei terroristi'. Addirittura ipotizza la presenza di 'un micidiale cecchino nascosto dietro una finestra' pronto a 'puntare il mirino contro tutti i professori che spendono qui dentro la loro intelligenza per tentare una riforma, qualunque riforma'. Conclude infine il suo articolo con un'affermazione delirante: 'hanno ammazzato un altro e adesso qualcuno comincia a chiedersi chi sara' il prossimo. Ora, in un saluto mancato, in uno sguardo schivato, in una frase di troppo ciascuno puo' leggere la traccia di un sospetto'.

''Respingo con indignazione e con fermezza -conclude la lettera del ministro- questa descrizione poco seria e per nulla corrispondente al vero del clima e dell'attivita' svolta da centinaia di lavoratori all'interno del ministero a cui va intera e immutata la solidarieta' e la stima mia personale e di tutto lo staff dei miei collaboratori, unitamente all'invito a non lasciarsi influenzare da simili provocatorie illazioni''.

(Ver/Pe/Adnkronos)