LAVORO: ANGIUS, INACCETTABILE SOSPENSIONE ART.18 PER EMERSIONE
LAVORO: ANGIUS, INACCETTABILE SOSPENSIONE ART.18 PER EMERSIONE

Roma, 21 mar. (Adnkronos) - L'annuncio dell'emendamento al decreto legge sul sommerso, che prevede la sospensione dell'articolo 18 per le aziende con meno di 15 dipendenti che emergono e superano tale soglia, ''e' una provocazione inaccettabile''. A sottolinearlo e' il capogruppo dei senatori Ds, Gavino Angius, secondo cui si tratta di una proposta ''scandalosa'' che qualora confermata sara' fortemente contrastata in Parlamento dall'opposizione. ''Pensare di intervenire con un decreto legge sull'articolo 18 dello statuto dei lavoratori con un emendamento presentato all'ultimo momento in aula ad un provvedimento in materia fiscale -afferma- sarebbe una provocazione inaccettabile. Noi ci auguriamo che le cose non stiano cosi, anche perche' se tale atto fosse confermato smentirebbe clamorosamente le ultimissime dichiarazioni del governo e della Confindustria''.

E' ''gravissimo -sottolinea il capogruppo- che mentre si afferma di voler riprendere il dialogo con le parti sociali, e in Senato si propone una pausa di riflessione, pezzi della maggioranza parlamentare accelerino l'articolo 18, anche a costo di porre la questione in una sede che riteniamo non propria''. Per Angius ''ci troviamo di fronte ad una vera e propria scorciatoia: ancor piu' grave -sottolinea- e' voler sottrarre questo tema alla sua sede naturale, la commissione lavoro, che deve esaminare il progetto di rifornma del mercato del lavoro''.

(Stg/Pe/Adnkronos)