TLC: SCADE DOMANI TERMINE PER RICHIESTA GARA LICENZE WIRELESS
TLC: SCADE DOMANI TERMINE PER RICHIESTA GARA LICENZE WIRELESS
INTERA PROCEDURA SI CONCLUDERA' ENTRO FINE LUGLIO 2002

Roma, 21 mar. - (Adnkronos) - Scade domani alle 13 il termine per la presentazione delle domande di partecipazione alla gara per l'assegnazione delle licenze per il Wireless Local Loop. Al Ministero, spiega una nota, ''sono gia' pervenute alcune domande e si attende la giornata di venerdi' per avere un quadro completo dei soggetti interessati alla gara''. Il ministero, una volta completato l'esame delle domande pervenute, ''invitera' i soggetti ammessi a presentare le offerte, che daranno avvio alla gara vera e propria''. La gara si svolgera' contemporaneamente per tutte le Regioni e le Province Autonome sotto la supervisione di un responsabile unico: l'intera procedura si concludera' entro la fine di luglio 2002 con il rilascio delle licenze.

Il bando di gara, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 31 gennaio 2002, prevede il rilascio di dieci licenze in ogni Regione e nelle Province Autonome di Trento e Bolzano. Un singolo operatore -ricorda la nota- ''potra' presentare domande anche in tutte le Regioni ma non potra' pero' ottenere piu' di una licenza per Regione o Provincia Autonoma''. L'offerta minima iniziale variera' da Regione a Regione: i prezzi minimi sono stati individuati tenendo conto delle dimensioni e delle potenzialita' dei mercati regionali in modo da promuovere la partecipazione anche nelle Regioni con minor sviluppo economico.

La gara -continua la nota- prevede rilanci rispetto all'offerta iniziale, come avviene per le aste a tornate multiple: a conclusione sara' stilata una graduatoria delle offerte dei partecipanti e le frequenze saranno assegnate ai soggetti che avranno presentato quelle piu' alte. L'assegnazione delle licenze -conclude la nota- portera' piu' concorrenza sull'ultimo miglio: l'accesso diretto all'utente finale. A beneficiarne saranno gli ''operatori e gli utenti'' tramite l'ampliamento dei servizi offerti e la creazione delle condizioni per una piu' rapida introduzione dei servizi di telecomunicazioni innovativi a ''larga banda'' -internet veloce e servizi multimediali interattivi- ed eventualmente di telefonia.

(Eca/Zn/Adnkronos)