UE: EUROSTAT CONFERMA DEFICIT ITALIA 2001 A 1,4% DEL PIL
UE: EUROSTAT CONFERMA DEFICIT ITALIA 2001 A 1,4% DEL PIL
RECORD NEGATIVO DEL DEBITO PUBBLICO A 109,4%

Roma, 21 mar. - (Adnkronos) - Il deficit dell'Italia nel 2001 e' pari all'1,4% del Pil. Lo ha rilevato Eurostat, confermando cosi' il dato Istat sui conti pubblici diffusi a marzo. Nel 2000 il disavanzo dell'Italia era risultato, invece, pari allo 0,5% del prodotto interno. Una percentuale, questa, derivante dagli introiti delle licenze Umts.

Sul fronte del debito pubblico, poi, l'Italia guadagna un record negativo rispetto a altri Paesi Ue e di Eurolandia. Nel 2001, infatti, il debito italiano si e' attestato a 109,4% del Pil, seguono nell'ordine il Belgio (107,5%), la Grecia (99,7%) e l'Austria (61,7%).

In generale, il defict della Eurozona lo scorso anno e' risultato pari all'1,3% del Pil, risultando in peggioramento rispetto al surplus dello 0,2% dell'anno precedente. Eurostat ha poi tenuto a precisare che nel 2000 l'andamento dei conti pubblici Ue e' stato influenzato positivamente per effetto delle vendite delle licenze Umts. Anche per quello che riguarda l'intera Unione europea il rapporto defict/Pil e' peggiorato passando dal +1,1% del 2000 a -0,6% nel 2001.

(Sec-Del/Pn/Adnkronos)