IRAQ: CONSIGLIO DI SICUREZZA ESAMINA 19 DOMANDE DI BAGHDAD
IRAQ: CONSIGLIO DI SICUREZZA ESAMINA 19 DOMANDE DI BAGHDAD

New York, 21 mar. - (Adnkronos/Dpa) - Il Consiglio di Sicurezza dell'Onu ha ricevuto il testo delle 19 domande presentate dall'Iraq al segretario generale delle Nazioni Unite e fornira' un proprio parere entro il dieci aprile, in tempo per il prossimo incontro fra Kofi Annan e gli emissari di Baghdad, il 18 o 19 dello stesso mese.

Alcune delle domande ''sono molto provocatorie'' ha detto un diplomatico occidentale di uno dei 15 paesi membri, mentre altre vertono sulla definizione di tempi per sollevare le sanzioni e sulla politica americana verso Baghdad. Fra le domande provocatorie, la richiesta di una garanzia dell'imparzialita' degli ispettori di nazionalita' britannica e statunitense. Le domande sono state presentate ad Annan dal ministro degli Esteri iracheno Naji Sabri, per ottenere ''chiarimenti'' sulla realizzazione delle risoluzioni Onu. Alcuni testi, ammettono fonti diplomatiche, contengono effettivamente delle ambiguita'.

Il Consiglio di Sicurezza insiste sulla necessita' che l'Iraq accetti senza precondizioni il ritorno degli ispettori internazionali. Se Baghdad cooperera' pienamente con loro, il Consiglio considerera' la possibilita' di sollevare le sanzioni. Secondo il diplomatico occidentale citato inizialmente, il capo degli ispettori, lo svedese Hans Blix, ha spiegato che, se gli iracheni collaboreranno, ci vorra' meno di un anno per verificare l'esistenza di armi di distruzione di massa.

(Civ/Pn/Adnkronos)