POLONIA: SCIOPERO DELLA FAME DEI RIFUGIATI CECENI
POLONIA: SCIOPERO DELLA FAME DEI RIFUGIATI CECENI

Lublino, 21 mar. - (Adnkronos) - I rifugiati ceceni hanno inviato ieri una lettera alla direzione dei campi di rifugiati in Polonia nella quale annunciano l'inizio dello sciopero della fame, riporta oggi Radio Liberty Live. La protesta scaturisce all'arresto avvenuto ieri mattina nel campo dei rifugiati a Lublino di Aslanbek D, accusandolo di ''aggressione a mano armata'.

I rifugiati ceceni esigono la liberazione del loro connazionale, 'picchiato ingiustamente' dalla polizia secondo i rappresentanti dell'organizzazione ''Caucaso libero' e richiedono le dimissioni del direttore del campo chi e' accusato di 'trattamento inadeguato' dei rifugiati.

Lo sciopero della fame rilancia la polemica avviata due mesi fa dal gruppo parlamentare polacco 'Legge e giustizia' che gia' allora sottolineava il peggioramento del trattamento dei rifugiati ceceni. Secondo i deputati, e' la visita del presidente russo Vladimir Putin a gennaio 2002 che ha fatto peggiorare all'improvviso l'atteggiamento del governo polacco nei confronti dei rifugiati ceceni.

(Liz/Zn/Adnkronos)