USA: AL VAGLIO DEL CONGRESSO LO SCENARIO DEL VUOTO DI POTERE
USA: AL VAGLIO DEL CONGRESSO LO SCENARIO DEL VUOTO DI POTERE
''COME RIEMPIRE GLI INCARICHI VACANTI IN CASO DI ''DISASTRO''''

Washington, 21 mar. (Adnkronos/The Baltimore Sun) - Centotrenta membri della Camera dei rappresentanti Usa hanno chiesto la formazione di una commissione incaricata di studiare come sostituire, in caso di disastro, eventuali incarichi governativi vacanti. Il problema, grave per la Camera dei Rappresentanti, non si pone per il Senato, i cui membri possono essere rimpiazzati per nomina diretta dal governatore dello stato cui appartengono.

L'idea originaria e' del rappresentate democratico Brian Baird, dello stato di Washington e risale al giorno successivo agli attentati dell'11 settembre. Tra i sostenitori, due ex speaker della Camera dei rappresentanti: il repubblicano Newt Gingrich e il democratico Thomas Foley. Durante la Guerra Fredda, un'istanza di questo tipo non aveva senso, ha spiegato Foley, adesso invece l'esperienza insegna che ''non ci si puo' ritrovare in un momento di crisi inondati dai dubbi su chi detiene legittimamente il potere''.

In base all'attuale normativa vigente si puo' rimpiazzare un inaspettato incarico vacante della Camera dei rappresentanti ricorrendo alle elezioni speciali, un processo per il quale occorrono almeno tre mesi di tempo. Baird chiede l'inserimento di un emendamento costituzionale che dia il potere ai governatori in carica di nominare temporaneamente i loro sostituti, nel caso in cui piu' di un quarto dei 435 membri della Camera dei rappresentanti siano morti o non in grado di espletare la loro funzione. Una modifica costituzionale e' tuttavia un processo molto lento, per questo Baird e i colleghi vorrebbero che il Congresso approvasse nel frattempo delle leggi di successione ad interim. (segue)

(Rol/Pe/Adnkronos)