MONDIALI: FISTAROL A GASPARRI, POLEMICHE DA STRAPAESE SU INNO
MONDIALI: FISTAROL A GASPARRI, POLEMICHE DA STRAPAESE SU INNO
VERGOGNOSA NON E' VERSIONE ELISA, MA FIAMMA IN SIMBOLO AN

Roma, 2 giu. - (Adnkronos) - ''Da qualche anno siamo finalmente un paese orgoglioso dei suoi caratteri e dei suoi simboli: del suo bel tricolore, del suo inno''. Lo dichiara Maurizio Fistarol, responsabile Istituzioni della Margherita che rende omaggio al presidente Ciampi per aver ''con fermezza e perseveranza, saputo affermare i valori dell'unita' nazionale e della patria anche in anni di contestazioni volgari e di Padanie artificiali''.

L'esponente dell'esecutivo della Margherita polemizza con il ministro Maurizio Gasparri che ''anche in questa ricorrenza non e' riuscito a evitare polemiche speciose e da strapaese''. ''Proprio mentre gli italiani riscoprono la familiarita' con il loro inno nazionale, finalmente cantato nelle scuole cosi' come negli stadi, il ministro non trova di meglio che richiedere l'ennesima censura contro la bella versione che ne ha fatto la cantante Elisa'', polemizza Fistarol, convinto che ''vergognoso per l'Italia, non e', come afferma Gasparri, una versione dell'inno nazionale figlia del nostro tempo, piuttosto la permanenza, nel simbolo del partito del ministro, di una fiaccola che ricorda un tempo e un regime che non devono ritornare piu'''.

(Pol-Cor/Rs/Adnkronos)