NOTIZIE FLASH: 2/A EDIZIONE - L'INTERNO
NOTIZIE FLASH: 2/A EDIZIONE - L'INTERNO

Roma. Al termine della sfilata militare tenutasi in Roma in occasione della Festa Nazionale della Repubblica, il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi ha inviato al ministro della Difesa Antonio Martino, un messaggio per ''esprimere il personale plauso per l'elevato grado di addestramento, per la bella prova di professionalita' e per la splendida forma con cui i reparti si sono presentati agli occhi di tutti lungo Via dei Fori Imperiali''. ''Il tema impostato dalla Difesa, dedicato all'opera delle Forze Armate per la pace e per la stabilita', e' stato ben sviluppato dai protagonisti dello sfilamento, che sono riusciti a trasmettere forti emozioni, al loro passaggio, ai numerosissimi cittadini che anche quest'anno non hanno voluto perdere una manifestazione tanto densa di significato'' ha proseguito Ciampi nel messaggio. ''La grande partecipazione popolare ed il forte coinvolgimento degli spettatori mi hanno particolarmente colpito -ha proseguito- Lo spettacolo odierno ha confermato nuovamente quanto le Forze Armate siano care agli italiani. Sono questi gli eventi in cui si percepisce l'esistenza di sentimenti profondi che legano gli appartenenti ad una stessa comunita': il senso dell'identita' nazionale e' forte e ben radicato nell'animo degli italiani''.

Roma. ''La Repubblica, imperniata sulla liberta' individuale, sulla democrazia politica, sull'economia concorrenziale, sull'imperio del diritto, sull'umanesimo morale, significo' il ritorno dell'Italia nell'alveo della civilta' occidentale, dalla quale il fascismo e il nazismo l'avevano strappata''. E' quanto sottolinea il ministro della Difesa Antonio Martino nel messaggio inviato a soldati, marinai, avieri, carabinieri, personale civile della Difesa in occasione della festa della Repubblica. ''Il 2 giugno -ricorda Martino- resta la data di nascita della nostra democrazia repubblicana, dell'assetto politico che ha consentito all'Italia di risollevarsi dalle devastazioni morali e materiali della seconda guerra mondiale''.

Siracusa. Il presidente dell'Unione Camere Penali Giuseppe Frigo ha preannunciato che gli avvocati penalisti faranno due giorni di astensione dal lavoro nei giorni del 17 e del 18 giugno. L'annuncio e' avvenuto durante un convegno che si sta svolgendo a Siracusa con l'Associazione nazionale magistrati rappresentati da Giuseppe Gennaro e Antonio Patrono e l'Ucp, rappresentato oltre che dal presidente Frigo da Ettore Randazzo. Uno sciopero, ha dichiarato Frigo, ''a difesa delle prerogative del Parlamento e per ottenere la riapertura di un pubblico confronto nelle sedi proprie su argomenti che sono comune patrimonio di tutti i cittadini e non possono costituire oggetto di interlocuzione privilegiata con chicchessia''.

(Pun/Rs/Adnkronos)