MONDIALI: SVEZIA-ARGENTINA 1-1, SUDAMERICANI FUORI
economia
cronaca
spettacoli
sport
cultura
salute
lavoro
sostenibilità
internazionale
multimedia
regioni
immediapress
Segui Adnkronos

Sfoglia l'archivio Adnkronos


MONDIALI: SVEZIA-ARGENTINA 1-1, SUDAMERICANI FUORI
PRIMA SVENSON SU PUNIZIONE, PAREGGIO INUTILE DI CRESPO

Miyagi, 12 giu. - (Adnkronos) - Ancora una clamorosa eliminazione dai Mondiali di Corea e Giappone dopo quella dei campioni del Mondo della Francia. La Svezia ha pareggiato 1 a 1 con l'Argentina eliminando i sudamericani dalla competizione. L'Argentina, costretta a vincere per passare il turno, si presenta in campo con Almeyda, Aimar e Chamot al posto di Simeone, Veron e Placente. Crespo ancora in panchina, in avanti c'e' Batistuta. Primo tempo in attacco per gli uomini di Bielsa ma le occasioni da gol non sono molte: Sorin ci prova due volte ed e' il piu' pericoloso dei suoi, al 30' e' Lopez che manda alto di testa da due pass, Batistuta si fa vedere solo per una punizione finita altissima. Al 41' ancora Lopez dal limite dell'area e pallone alto. Al 47' Caniggia, assieme ad un altro giocatore argentino, viene espulso dalla panchina per proteste dall'arbitro degli Emirati Arabi Bujsaima.

Ancora Argentina in avanti e pericolosa con Sorin nel secondo tempo. Chamot viene ammonito al 55' per fallo di mano. Occasione per la Svezia con una punizione di Svenson. La Svezia si chiude bene e ordinatamente, pronta a ripartire. Al 59' Bielsa fa entrare Crespo al posto di Batistuta. E' il minuto della rete di Andres Svenson, su punizione concessa per fallo di Sorin. La situazione per l'Argentina diventa disperata. Al 62' ancora due cambi per Bielsa: fuori Almeyda e Sorin, il migliore degli argentini, dentro Veron e Kily Gonzales. Al 64' c'e' un'ammonizione anche per Magnus Svensson. Ci prova Crespo e Veron, molti ancora i cross pericolosi degli argentini controllati dalla difesa svedese. Ma e' proprio la Svezia che sfiora ancora il gol su clamorosa autorete di Pochettino. Al 75' ammonito Gonzalez, al 77' incomprensibile cartellino giallo per Larsson, lanciato a rete e fermato dalla difesa argentina. All'80' Argentina vicina al gol con Ortega, all'83' gran tiro di Zanetti deviato da Hedman, poi ancora una grande occasione per la Svezia con Andersson, che colpisce la traversa. Al 42' rigore per l'Argentina concesso per fallo su Ortega. Tira Ortega, para Hedman, riprende Crespo e gol. Quattro minuti di recupero, con anche il portiere Cavallero in attacco su calcio d'angolo. Al 49' l'ultima occasione e' per Lopez che tira fuori di poco. Finisce con Batistuta in lacrime e gli svedesi in festa.

(Ken/Zn/Adnkronos)