NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE - LA CRONACA
NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE - LA CRONACA

Milano - Processo Lodo-Mondadori/Imi-Sir. E' arrivato al tribunale di Milano ''l'alibi'' economico di Attilio Pacifico, imputato di concorso in corruzione in atti giudiziari. Si tratta di una scrittura privata con la quale l'avvocato Pacifico, l'1 ottobre del 1995, si impegnava a versare 12 milioni di franchi svizzeri all'ex capo del gip romani, Renato Squillante, affinche' questi portasse a termine un'operazione immobiliare da 20 miliardi di lire a Vimodrone. Sarebbe, secondo la difesa di Pacifico, la prova che i passaggi di denaro tra i due, contestati dalla Procura di Milano, non furono tangenti per la sentenza Imi-Sir, ma ''solo'' una transazione finanziaria per un'operazione commerciale che vedeva entrambi interessati.

Torino - Una cinquantina di persone si prepara a bloccare l'ingresso, sul versante italiano, del traforo del Frejus. La manifestazione, speculare a quella organizzata in Francia dagli abitanti della Maurienne, e' stata indetta dagli autotrasportatori della Fita Cna che ''non ci stanno al blocco attuato al Monte Bianco dagli ecologisti che non consente la riapertura ai tir prevista per oggi''. Il segretario nazionale ha annunciato il blocco ''per estremizzare l'isolamento politico ed economico in cui si continua a trovare il nostro Paese''.

Torino - L'avvocato Carlo Federico Grosso ha deciso di lasciare la difesa di Anna Maria Franzoni, indagata per l'omicidio del figlio Samuele. Il legale avrebbe preso questa decisione per la volonta' della donna di nominare come secondo difensore il professor Carlo Taormina, che fin dall'inizio della vicenda giudiziaria non aveva nascosto la sua disponibilita'.

Palermo - Arancia meccanica questa mattina a Palermo. Due malviventi hanno picchiato selvaggiamente e poi rapinato una coppia di anziani che avevano appena ritirato piu' di 2 mila euro in contanti da una filiale del Banco di Sicilia, in piazza Don Bosco. Alla scena ha, pero', assistito un poliziotto che non era in servizio, che ha inseguito i due rapinatori senza riuscire a fermarli.

Bologna - Una galleria d'arte contemporanea allestita fino al 20 luglio dagli allievi dell'Accademia di Belle Arti nella stazione ferroviaria di Bologna, in memoria della strage del 2 agosto 1980, per non dimenticare gli 85 morti e i circa 200 feriti di quel giorno. E' la sesta edizione dell'iniziativa 'Sotto il segno della solidarieta'', promossa dall'Associazione dei familiari delle vittime del 2 agosto, con il patrocinio di Comune e Provincia di Bologna e della Regione Emilia-Romagna. (segue)

(Sin-Ctz/Pn/Adnkronos)