NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE - L'INTERNO
NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE - L'INTERNO

Roma - ''Le dichiarazioni del ministro Martino introducono una variante. Nulla cambia per quello che riguarda il riferimento a informazioni specifiche sulla natura e sulla concretezza di rischi, ma si lancia un allarme con toni di particolare drammaticita' in modo estemporaneo da un ministro mentre altri ministri come quello dell'Interno e quello della Funzione Pubblica ci hanno fornito altre indicazioni''. Cosi' Massimo Brutti, vicepresidente dei senatori Ds e componente del comitato parlamentare di controllo sui servizi segreti, commenta le dichiarazioni del titolare della Difesa su un possibile attacco biochimico in Europa.

Roma - Riforma del mercato del lavoro. Per la segreteria dei Ds, sono inaccettabili le proposte del governo, e contro di esse si dovra' esprimere ''un largo schieramento politico e parlamentare'', sulla base dei ''pronunciamenti negativi'' gia' espressi dall'Ulivo. Di avviso opposto il segretario della Uil, Luigi Angeletti. ''questo accordo -dice- ha fatto fare al governo e a Confindustria non uno, ma due passi indietro. Il Governo ha dovuto ripensare profondamente le sue decisioni, compresa la cancellazione di quell'aborto chiamato arbitrato''. E quanto all'art. 18: ''non vera' cambiato nulla -assicura Angeletti- perche' continuera' a tutelare tutti i lavoratori che tutela oggi, in tutte le aziende con piu' di 15 dipendenti, e tutti i lavoratori che verranno assunti nei prossimi anni dalle aziende con piu' di 15 dipendenti''.

Roma - Si terra' dal 25 al 28 luglio, salvo improbabili colpi di scena, il primo congresso dell'Udc, chiamato a sancire definitivamente la nascita del nuovo soggetto politico frutto della fusione tra Ccd, Cdu e De. Tuttavia tra i Cristiano-democratici si vivono ore particolarmente febbrili per definire tutti i nodi tecnici e politici che rimangono ancora da sciogliere, vale a dire la composizione delle assise, i rapporti con i partiti della maggioranza e in particolare Forza Italia, la questione delle incompatibilita' fra incarichi di partito e di governo. Senza dimenticare la questione della segreteria, carica che dovrebbe essere appannaggio di Marco Follini, ma per la quale non ha rinunciato a correre Gianfranco Rotondi.

Milano - Rimbalzo generalizzato, dopo le forti perdite della vigilia, nelle Piazze Europee, complice Wall Street che consolida i progressi gia' evidenziati ieri in chiusura. Milano termina sotto i massimi giornalieri e si fa superare dalle consorelle. Se in Europa, infatti, Amsterdam e Francoforte incassano oltre il 3% e le rimanenti oltre il 2% tranne Londra (+1,75%), Piazza Affari limita il progresso finale nel +1,30% per il Mibtel, a quota 19.982 e nell'1,54% per Il Mib 30 a 27.206. Seguono nell'ordine il Numtel (+1,05% a 1.540) e il Midex (+0,87% a 25.375). Va detto pero' che ieri era Milano era uscita con le perdite piu' contenute. (segue)

(Sin-Ctz/Pn/Adnkronos)