MAFIA: RACCOLTA FIRME PER SBLOCCARE IL VIDEOGIOCO
MAFIA: RACCOLTA FIRME PER SBLOCCARE IL VIDEOGIOCO
SOCIETA' DISTRIBUTRICE REAGISCE A PARTITI E COMMISSIONE ANTIMAFIA

Milano, 11 lug. (Adnkronos) - 'Mafia: the city of Lost Eaven', il videogioco distribuito da Cidiverte Italia, non e' ancora arrivato sul mercato e gia' scatena aspre polemiche. La data di uscita, inizialmente prevista per marzo 2002, ha continuato a slittare, anche a causa del dibattito innescato dai suoi contenuti, definiti altamente provocatori. Per impedire l'arrivo di 'Mafia', infatti, sono entrate in gioco le forze politiche dei vari schieramenti e i maggiori rappresentanti della commissione Antimafia, che si sono pronunciati contro il videogame, denunciando apertamente i suoi contenuti diseducativi. E per evitare la messa al bando del videogioco in 3D ambientato in una grande citta' americana degli anni '30, Cidiverte Italia si e' fatta promotrice di una raccolta di firme sul proprio sito Internet.

Sono stati coinvolti nella raccolta oltre 4.000 videogiocatori, non disposti a rinunciare al gioco estremamente curato nella grafica, studiato nei minimi dettagli storici fedelmente riprodotti e che riprende capolavori della storia del cinema come 'Gli intoccabili' di Brian De Palma, 'Il padrino' di Francis Ford Coppola e 'Goodfellas' di Martin Scorsese. La raccolta delle firme sara' inviata a Roma, al presidente della commissione Antimafia, Roberto Centaro. La data di uscita prevista per ''Mafia'' e' il 26 agosto.

(Red-Ros/Pe/Adnkronos)