** NOTIZIARIO DESIGN ** (2)
** NOTIZIARIO DESIGN ** (2)

(Adnkronos) -

VENINI ALLO SPAZIO MODADESIGN.

Fino alla fine di luglio lo Spazio Modadesign in via degli Omenoni 2 a Milano ospiter una selezione di pezzi storici appartenenti alla collezione Venini. L'azienda, fondata a Murano nel 1921, rappresenta l'eccellenza tutta italiana nella lavorazione del vetro. Acquisita nel dicembre del 2001 dal gruppo Italian Luxury, vuole, attraverso la mostra in corso, rileggere una parte importante della sua storia attraverso tre oggetti che la rappresentano: la coppa incisa in corniola di Paolo Venini del 1956, il vaso della Serie Folto di Toots Zynsky del 1983 e la scultura Albero del Sottosuolo di Ettore Sottsass del 1994. Gli autori delle opere selezionate sono solo alcuni dei nomi che negli anni hanno collaborato con Venini. Non si possono dimenticare Carlo Scarpa, Gi Ponti, Alessandro Mendini, Gae Aulenti, Gianni Versace, Rodolfo Dordoni e tanti altri ancora. La loro creativit, insieme alla sapienza artigianale dell'azienda veneziana, ha portato alla realizzazione di vere e proprie opere d'arte che oggi trovano posto al Moma di New York, al Victoria and Albert Museum di Londra, Al Centre George Pompidou di Parigi, solo per citarne alcuni. I prossimi appuntamenti di Venini saranno in settembre a Firenze, in occasione di Pitti Casa e a Roma, negli spazi della Stazione Termini. Info: modadesign@inwiond.it

DI GIULIO CAPPELLINI L'ALLESTIMENTO DI DONNA SOTTO LE STELLE.

Lo scenario che ha accolto l'appuntamento con ''Donna Sotto le Stelle'', a conclusione della settimana d'Alta Moda a Roma, ha avuto un padre d'eccezione. Giulio Cappellini, infatti, stato chiamato a curare gli allestimenti per la serata a Piazza di Spagna. Gi titolare della Cappellini, la pi rinomata azienda di design, Giulio Cappellini sta, da un po' di tempo a questa parte, assecondando la sua passione di sempre: il progetto. I riconoscimenti ottenuti anche in questa veste gli sono valsi la convocazione a quello che per la moda rappresenta un appuntamento molto importante, trasmesso in diretta televisiva. La tipicit del lavoro di Giulio Cappellini si resa evidente anche in questa occasione. Nel rispetto del paesaggio architettonico sottostante, egli riuscito a introdursi con discrezione, ma altrettanta forza impattante. Sulla scalinata, grandi colonne-contenitore. All'interno, schermi giganti per personalizzare la sfilata di ciascuno stilista. Un ponte di alluminio ha collegato naturalmente la scalinata alla fontana di Piazza di Spagna e, ultimo elemento moderno, le sedute: le sedie ''Tate'' di Jasper Morrison per Cappellini destinate al parterre d'onore, mentre le sedie ''La Marie'' disegnate da Philippe Starck per Kartell sono state messe a disposizione del pubblico. Info: www.cappellini.it

(Mem/Zn/Adnkronos)