DPEF: ULIVO, CONVERGENZA DI OBIETTIVI CON SINDACATI (2)
DPEF: ULIVO, CONVERGENZA DI OBIETTIVI CON SINDACATI (2)
PECORARO SCANIO, MA IL GOVERNO DOVE LI PRENDERA' I SOLDI?

(Adnkronos) - ''Porteremo avanti questo impegno -spiega Rutelli- perche' il governo, purtroppo, sta fallendo tutti i suoi traguardi in politica economica: ci attende un autunno molto preoccupante per la politica sociale, nella scuola come nella sanita', come per il fisco''.

Non che dopo questo incontro Cgil, Cisl e Uil abbiano ricomposto la frattura causata dalla firma del 'patto' da parte di Cisl e Uil, ma un terreno comune di confronto lo si e' trovato sulla valutazione del Dpef. Opposizione e sindacati, dunque, fanno un'analisi comune, negativa, per quel che riguarda ad esempio le risorse in finanziaria per il rinnovo contrattuale del pubblico impiego, o sui tagli alle risorse per gli enti locali, o su un tasso programmato di inflazione ''non realistico''.

''In buona sostanza -sintetizza Alfonso Pecoraro Scanio- tutti, nell'opposizione e nel sindacato, si chiedono soprattutto dove sono i soldi e da dove il governo intende prenderli per portare avanti il suo programma economico. Neanche Cisl e Uil, che pure hanno firmato il 'patto' lo sanno, neanche a loro lo hanno detto. La verita' -aggiunge il presidente dei Verdi- e' che Tremonti ha creato solo una gran confusione''. All'incontro tra Ulivo e sindacati hanno partecipato i segretari confederali di Cgil, Cisl e Uil Cofferati, Pezzotta e Angeletti, il leader della Margherita Rutelli, il segretario dei Ds Fassino ed i capigruppo dell'Ulivo di Camera e Senato.

(Fer/Idb/Adnkronos)