RIFORME: CHITI, CDL PONE PROBLEMA IN MODO CONFUSO
RIFORME: CHITI, CDL PONE PROBLEMA IN MODO CONFUSO
PRESIDENZIALISMO E PROPORZIONALE? ESITO SUDAMERICANO

Roma, 22 lug. - (Adnkronos) - ''Il tema delle riforme istituzionali e' stato posto di nuovo all'attenzione delle forze politiche, anche se in modo improvvido e confuso. Il tema esiste ed e' importante: l'Italia ha bisogno di portare a compimento la riforma federale, quella del governo, la legge elettorale. Considero positivo che molti interventi di esponenti della destra abbiano sottolineato come le riforme debbano essere fatte 'insieme' con l'opposizione''. E' quanto afferma il coordinatore della segreteria Ds Vannino Chiti, secondo il quale un simile impegno bipartisan e' ''una prima, essenziale condizione, anche se non e' sufficiente''.

''Non vi potra' essere un rapporto trasparente e costruttivo senza dare una soluzione -spiega- al conflitto di interessi e senza una riforma del sistema dell'informazione in grado di garantire davvero il pluralismo. Questi temi non sono 'qualcosa d'altro': toccano il cuore di una democrazia moderna''.

Resta, a giudizio di Chiti, una ''discreta confusione'' nelle proposte avanzate dalla destra: ''non e' vero -rileva Chiti- che il federalismo postula il presidenzialismo. Basta guardare a Germania e Spagna. E' vero che il presidenzialismo esige una sistema elettorale maggioritario, meglio a doppio turno come in Francia. Presidenzialismo e legge proporzionale produrrebbero non un avanzamento della democrazia ma un esito sudamericano''.

(Pol-Fer/Idb/Adnkronos)