UE: MONTI, DA CONVENZIONE SERVE IMPIANTO PIU' COMUNITARIO
UE: MONTI, DA CONVENZIONE SERVE IMPIANTO PIU' COMUNITARIO
DECISIONI CONSIGLIO A MAGGIORANZA QUALIFICATA

Roma, 22 lug. - (Adnkronos) - Un aspetto ''che sovrasta tutti gli altri per importanza e che esca dalla Convenzione un impianto che non sia meno ma piu' comunitario di quello attuale''. E' quanto ha affermato il Commissario Ue per la concorrenza, Mario Monti, durante il suo intervento al Cnel. A suo giudizio il ruolo del Consiglio e' cruciale, ma non va dimenticato ''che se e' possibile che oggi Paesi grandi e piccoli si sentano garantiti in Europa e' per l'asse Parlamento-Commissione-Corte di Giustizia.

Per Monti i singoli interessi nazionali ''possono essere adeguatamente salvaguardati attraverso il metodo del concetto intergovernativo''. Le indicazioni che finora si hanno lasciano ben sperare, a suo giudizio: ''il metodo comunitario se ben sviluppato con un ruolo piu' ampio per una maggioranza qualificata in Consiglio rispetto alla paralizzante unanimita', consentira' all'Ue di prendere decisioni piu' rapide''. Per Monti la rapidita' delle decisioni e' infatti ''fattore di competitiva' internazionale dei sistemi''.

(Nib-Eca/Rs/Adnkronos)