VENETO: SERENISSIMI CHIEDONO DI TRATTARE CON GOVERNO ITALIANO
VENETO: SERENISSIMI CHIEDONO DI TRATTARE CON GOVERNO ITALIANO
MA PONGONO CINQUE CONDIZIONI

Cassola (Vc), 22 lug, - (Adnkronos) - Il 'Veneto Serenissimo governo', in un documento, si e' detto disponibile a trattare con il governo nazionale, ponendo come ''base di partenza'' cinque condizioni. La richiesta di trattativa, secondo il 'Serenissimo governo', corrisponde ''agli accordi di Cormons e Vienna'' ed e' ''all'interno dei legali diritti della veneta patria per la propria autodeterminazione''.

Al governo italiano i Serenissimi chiedono la ''costituzione di una commissione quadripartita, presieduta dalla Francia e composta da Austria, Italia e Veneto Serenissimo governo per il controllo della regolarita' del rifacimento del referendum del 1866 che uni' illegalmente il Veneto all'Italia, la ''consegna di tutte le basi militari italiane e il loro materiale alle autorita' militari francesi'', la ''nomina di un generale francese plenipotenziario per la gestione provvisoria dell'amministrazione militare e civile e per la gestione e la proclamazione dei risultati del referendum'', la ''non interferenza delle basi Nato e Usa presenti sul Veneto territorio durante lo svolgimento e la preparazione del referendum'', e, infine, la ''considerazione di 'atto ostile' per qualsiasi ingerenza durante la preparazione e lo svolgimento del referendum''.

(Apd/Pn/Adnkronos)