KURSK: LA TRAGEDIA IL 12 AGOSTO DEL 2000, 118 MORTI (3)
KURSK: LA TRAGEDIA IL 12 AGOSTO DEL 2000, 118 MORTI (3)

(Adnkronos) - Il sottomarino era uno dei pochi gioielli rimasti in dotazione della Marina russa, e le sue 118 vittime non hanno fatto altro che confermare in modo drammatico la crisi delle forze armate e degli armamenti russi (Il Kursk era stato varato solo nel 1994 e aveva in dotazioni armi sofisticate, fra cui la nuova versione dei nuovi missili anti nave SS-N-19). La crisi della Russia e dei russi. ''Salva le nostre anime'' era l'apertura, che citava il cantautore Vladimir Vysotsky, dell'usualmente compassato quotidiano Izvestia.

Proprio per evitare il ripetersi di quanto avvenuto nel Mare di Barents fra i temi che Nato e Russia affronteranno insieme nel nuovo Consiglio a 20 sono state inserite anche le operazioni di recupero e soccorso in mare. (segue)

(Tel/Rs/Adnkronos)