KURSK: PROCURATORE GENERALE RUSSIA, FU SILURO DIFETTOSO
KURSK: PROCURATORE GENERALE RUSSIA, FU SILURO DIFETTOSO

Mosca, 26 lug. - (Adnkronos) - Fu una perdita di carburante all'interno di un siluro a causare le esplosioni che portarono all'affondamento del sottomarino nucleare Kursk nel 2000, in cui morirono tutti i 118 membri dell'equipaggio. Lo ha dichiarato il procuratore generale della Federazione russa, Vladimir Ustinov, che ha appena presentato le sue conclusioni al presidente Vladimir Putin. Ustinov ha dichiarato che nessuno e' responsabile per il disastro e dunque l'inchiesta puo' dirsi conclusa.

''Il disastro - ha dichiarato il procuratore - si e' verificato alle 11:28 e 26,5 secondi ora di Mosca. A causarlo fu l'esplosione di un siluro all'interno del quarto lanciasiluri. Cio' provoco' una serie di esplosioni a catena nelle camere di lancio posizionate nella prua del sottomarino'', ha concluso il procuratore. Il presidente Putin ha ordinato a Ustinov di informare i cittadini russi sulle cause del disastro. Il Kursk affondo' nell'agosto del 2000 durante un'esercitazione navale nel Mare di Barents.

(Ars/Idb/Adnkronos)