CSM: FRAGALA', CASTELLI NEGHI CONCERTO A NOMINA CASELLI (2)
CSM: FRAGALA', CASTELLI NEGHI CONCERTO A NOMINA CASELLI (2)
GRAVE AVER IGNORATO APPELLO CONGIUNTI LOMBARDINI

(Adnkronos) - ''E' una decisione scandalosa della sinistra giudiziaria a favore di uno dei suoi maggiori esponenti -afferma Fragala'- Giancarlo Caselli viene nominato illegittimamente dal Csm scaduto a Procuratore generale di Torino, proprio nel giorno in cui i congiunti piu' stretti del compianto procuratore Lombardini avevano lanciato un appello al Csm, chiedendo di non nominare all'alto incarico requirente quel magistrato che proprio il 13 agosto del 1998, scortato da un nugolo di magistrati della Procura di Palermo e da un numero impressionante di agenti della tutela, aveva sottoposto ad un drammatico interrogatorio Luigi Lombardini''.

''A disdoro di una decisione gia' tanto grave -sottolinea ancora l'esponente di An- a causa dei demeriti acquisiti dal Procuratore Caselli per tutti i processi politici instaurati a Palermo (da Contrada ad Andreotti, da Musotto a Mannino fino a Berlusconi), tutti conclusisi con clamorose assoluzioni o archiviazioni, il Csm scaduto ha aggiunto una propria nota di demerito, calpestando i requisiti di altri candidati alla carica di Procuratore generale di Torino, i quali sono stati pretermessi e lesi nei loro diritti, solo per favorire quella sinistra giudiziaria che ha tentato, dal Csm ad alcune procure militanti, di abbattere lo stato di diritto in Italia. Sale forte dal Paese e dal Parlamento verso il ministro della Giustizia Castelli -conclude Fragala'- la richiesta che non venga dato il concerto alla nomina di Giancarlo Caselli, in modo da ristabilire il diritto della collettivita' e i diritti dei singoli cosi' platealmente violati''.

(Sam/Pe/Adnkronos)