TERRORISMO: PISANU, 23 INTIMIDAZIONI A SINDACATI
TERRORISMO: PISANU, 23 INTIMIDAZIONI A SINDACATI

Roma, 30 lug. - (Adnkronos) - I segnali di ripresa del terrorismo interno si concretizzano ''complessivamente in 23 episodi di violenza intimidatoria nei riguardi dei sindacati: 7 alla Cgil, 9 per la Cisl e 7 per la Uil, 15 nei riguardi di imprese industriali e 79 telefonate minatorie di cui 40 dirette a esponenti della Cgil, 14 alla Cisl e 24 ad altre organizzazioni sindacali o del mondo imprenditoriale''. Le cifre sono state fornite al Senato dal ministro dell'Interno, Giuseppe Pisanu, recatosi a riferire sul ritrovamento, alla sede Fiat di Milano, e alla Cisl di Monza di due ordigni esplosivi. In un quadro di ''innalzamento nel numero dei servizi di scorta e tutela'', Pisanu ha sottolineato che ''si e' provveduto ad elevare il livello di attenzione'' e che viene prestata ''la massima cura nell'analisi di ogni singolo fatto'' e di una ''produzione documentale che sembra comprovare un certo fermento in ambienti non ancora strutturati m potenzialmetne in grado di recepire alcune linee programmatice che della BR''.

Di qui la ''sensibilizzazione dei servizi di controllo del territorio'' e l'attuazione ''di specifiche misure di vigilanza e di mirati servizi di protezione''. Gli ordigni di ieri sembrano essere ''estranei'' alle modalita'operative delle Br e sono invece da ricondurre ''alla galassia dei gruppi antagonisti minori''. C'e' comunque l'impegno ''a rendere sempre piu' efficiente il sistema di protezione individuale'' che fa capo alla neonata struttura dell'Ucis, l'ufficio centrale delle scorte.

(Mac/Rs/Adnkronos)