CSM: BUCCICO E ROGNONI, I DUE 'PAPABILI' PER LA VICEPRESIDENZA
CSM: BUCCICO E ROGNONI, I DUE 'PAPABILI' PER LA VICEPRESIDENZA
BUCCICO, EX LEADER DEGLI AVVOCATI CON LA PASSIONE PER LA LETTERATURA

Roma, 31 lug. - (Adnkronos) - Due candidati 'in corsa' per la poltrona di vicepresidente del Csm. Si tratta dei consiglieri laici Nicola Buccico, indicato dalla Cdl, e Virginio Rognoni, proposto dal centrosinistra. Una scelta affidata alla nuova assemblea dell'organo di autogoverno della magistratura, che si e' insediata stamattina al Quirinale, chiamata domani pomeriggio a decidere. Ecco chi sono i due aspiranti vicepresidenti.

NICOLA BUCCICO - Lucano, 62 anni, da 5 anni al vertice del Consiglio nazionale forense. E' stato eletto dal Parlamento 'in quota' An. Nato a Matera il 28 dicembre del '40, da 35 anni indossa la toga di avvocato. ''Figlio e padre di avvocato'', rivendica con orgoglio. Nella sua carriera si e' occupato, anche di recente, di alcuni fra i piu' importanti processi in Basilicata: dal Moro-ter, in cui era legale di parte civile per la regione Basilicata, al piu' recente procedimento che vedeva tra gli indagati il cardinale di Napoli Michele Giordano, fino alla 'tangentopoli' lucana (difende il capo dell'ufficio patrimoni dell'Inail Gobbi). Dal '91 nel Consiglio nazionale forense: all'inizio, per due consiliature, ha ricoperto l'incarico di consigliere e poi quello di segretario, fino ad essere eletto presidente per la prima volta nel '97. Incarico al quale e' stato confermato nel febbraio del 2001. Bibliofilo, e' appassionato di letteratura del '900 e colleziona le prime edizioni dei testi. Suoi autori preferiti sono Giuseppe Prezzolini, Alberto Moravia, Tomasi di Lampedusa e poeta Umberto Saba. (segue)

(Arc/Idb/Adnkronos)