CSM: SU VICEPRESIDENZA PESA LO 'SCONTRO' SULLA GIUSTIZIA
CSM: SU VICEPRESIDENZA PESA LO 'SCONTRO' SULLA GIUSTIZIA
CANDIDATO CDL RISCHIA DI PERDERE TERRENO, VIGILIA DI INCONTRI

Roma, 31 lug. - (Adnkronos) - Si lavora ancora per sciogliere il 'nodo' della vicepresidenza del Csm. Riunioni, contatti e incontri informali scandiscono le ore che separano dalla riunione di domani pomeriggio a palazzo dei Marescialli, quando alla presenza del capo dello Stato Carlo Azeglio Ciampi il plenum sara' chiamato a scegliere il nuovo 'numero due'. Resta l'incertezza sui due candidati, Nicola Buccico per la Cdl e Virginio Rognoni per il centrosinistra. E si lavorera' fino all'ultimo: anche domani mattina, in un nuovo incontro tra tutti i nuovi consiglieri. Ma a far perdere terreno al laico sostenuto dalla maggioranza, fino a qualche giorno fa favorito, e' il clima creato dalla 'battaglia' in Senato sul ddl Cirami e dalle polemiche sui giudici milanesi.

L'atteggiamento del centro-destra potrebbe trasformarsi infatti in un boomerang per l'elezione di Buccico, a tutto vantaggio dell''avversario' Rognoni. Ne sono convinti in tanti, anche all'interno di Unicost, la corrente che esprime i 6 consiglieri togati ago della bilancia nella trattativa. Finora ad appoggiare la candidatura del laico della Margherita e' una minoranza: non ci si puo' appiattire sulle posizioni del rappresentante di un governo contro le cui riforme si e' scioperato, e' il ragionamento. Mentre gli altri colleghi spingono su Buccico, convinti di dare cosi' un segnale di disponibilita' al dialogo. Ma ora la situazione potrebbe cambiare. (segue)

(Arc/Rs/Adnkronos)