GIUSTIZIA: CASTELLI, QUATTRO FACINOROSI NON MI CONDIZIONANO
GIUSTIZIA: CASTELLI, QUATTRO FACINOROSI NON MI CONDIZIONANO
''VADO DOVUNQUE A TESTA ALTA, INSULTI SQUALIFICANO CHI LI HA DETTI''

Roma, 31 lug. - (Adnkronos) - ''Sono entrato a bella posta dall'ingresso principale del Senato, nonostante i girotondini. Non e' tollerabile che un cittadino debba essere condizionato nei suoi movimenti da quattro facinorosi''. Il ministro della Giustizia Roberto Castelli replica agli insulti con cui e' stato accolto al suo ingresso a Palazzo Madama. ''Io posso, voglio e devo andare ovunque a testa alta, cosi' mi garantisce la Costituzione'', aggiunge.

''Gli insulti che sono stati pronunciati stasera -afferma ancora Castelli- squalificano chi li ha detti e non certo chi li ha subiti. Sono stato eletto da un popolo che ha sempre combattuto la mafia -rivendica il Guardasigilli- mentre non so se si possa dire altrettanto di chi c'era stasera in piazza''.

(Sin-Arc/Rs/Adnkronos)