GIUSTIZIA: PECORELLA, URGENTE LEGGE SU 'LEGITTIMO SOSPETTO'
GIUSTIZIA: PECORELLA, URGENTE LEGGE SU 'LEGITTIMO SOSPETTO'
''GIUDICI NON PIU' SIGNORI PROVA, RICUSAZIONE PER INIMICIZIA POLITICA''

Roma, 31 lug. - (Adnkronos) - Nei processi, i magistrati non dovranno piu' essere i 'signori della prova'. Non dovranno piu' poter decidere, attraverso il giudizio di ammissibilita', quale prova ammettere e quale no, ''indirizzando in questo modo le indagini in funzione di un possibile pregiudizio'' nei confronti dell'indagato. Lo sostiene il presidente della commissione Giustizia della Camera Gaetano Pecorella, difensore di Silvio Berlusconi nel processo Imi-Sir, in un'intervista a 'ItaliaOggi' che sara' pubblicata sul numero domani in edicola.

E' quindi urgente, afferma ancora Pecorella, la legge sulla 'legittima suspicione', che deve essere varata prima della sentenza di Milano sul caso Imi-Sir. Prevedendo anche il caso di ricusazione per 'inimicizia politica'. (segue)

(Sin/Idb/Adnkronos)