LOMBARDIA: CENTROSINISTRA, AUMENTA SPESA SANITARIA VERSO PRIVATI
LOMBARDIA: CENTROSINISTRA, AUMENTA SPESA SANITARIA VERSO PRIVATI
RICOVERI, +51% SPESA PRIVATI, +3% PUBBLICO

Milano, 31 lug. - (Adnkronos) - In Lombardia dal 1996 al 2000 c'e' stato uno spostamento della spesa sanitaria del 7,5% in favore del settore privato. Lo rivelano i dati presentati oggi dal centrosinistra lombardo, Rifondazione compresa, che segnalano come complessivamente la spesa per i ricoveri sia salita del 14%, con un aumento pero' del 51% per le strutture private e del 3% per le strutture pubbliche.

In particolare le case di cura e gli ospedali classificati hanno conseguito un aumento dei ricavi pari al 138%, passando da 818 a 1.949 miliardi di lire, a fronte di un incremento complessivo pari al 32%. I privati, prosegue il centrosinistra, scelgono poi di concentrarsi su patologia piu' 'convenienti' come cardiologia, oculistica e ortopedia e di aumentare i reparti chirurgici a discapito di quelli propriamente medici.

Per Carlo Monguzzi dei Verdi ''i dati dimostrano quello che abbiamo sempre detto, la riforma Formigoni favorisce decisamente i privati aumentando la spesa senza che i cittadini abbiano piu' salute. I privati scelgono loro le patologie meno onerose o piu' remunerative''. Secondo Roberto Biscardini dello Sdi ''e' necessario rifare le regole per gli accreditamenti'' mentre per Fiorenza Bassoli dei Ds ''negli ultimi tempi sono diminuiti i controlli sui rimborsi. Dopo lo scandalo Poggi Longostrevi erano aumentati ma adesso riguardano meno del 2% delle prestazioni''.

(Dra/Zn/Adnkronos)