PALERMO: VIZZINI (FI), IMPIEGATI AMIA MINACCIATI DA PRECARI
PALERMO: VIZZINI (FI), IMPIEGATI AMIA MINACCIATI DA PRECARI

Palermo, 31 lug. - (Adnkronos) - ''All'interno dell'Azienda municipale per l'igiene ambientale di Palermo, che oggi viene guidata con impegno, competenza e capacita' da Enzo Galioto, emergono inquietanti anomalie derivanti dai comportamenti di taluni soggetti che, a quanto pare, appartengono al precariato''. E' la denuncia del senatore di Fi, Carlo Vizzini, che spiega: ''Questi individui, non solo si rifiutano di svolgere il loro compito di tenere pulita la citta', mettendola dunque in ginocchio, ma sono arrivati a diffidare ed a minacciare fisicamente altri lavoratori che pure vorrebbero correttamente svolgere la loro funzione. Se hanno coraggio si mostrino alla societa' civile, spiegando le finalita' del loro disegno; diversamente sono dei vigliacchi che pensano di agire con la forza nei confronti di lavoratori inermi''.

''Questa drammatica situazione - dice Vizzini durante 'Il punto', in onda stasera su Trm-Telemed - degna del peggior caporalato, sarebbe stata segnalata in un esposto da una serie di capi area che hanno tuttavia nascosto la loro identita' per la legittima paura di eventuali conseguenze fisiche. E' intollerabile che nel 2002 agiscano personaggi che, con i loro comportamenti intimidatori, pregiudicano il gia' difficile funzionamento di un'azienda come l'Amia''. (segue)

(Ter/Rs/Adnkronos)