PIEMONTE: SULLA PARITA' SCOLASTICA LA CDL SI DIVIDE (2)
PIEMONTE: SULLA PARITA' SCOLASTICA LA CDL SI DIVIDE (2)

(Adnkronos) - Da un lato i centristi difendono l'emendamento e accusano la maggioranza di 'sfilacciamento'', poiche', ''al momento di decidere, sembra non voler piu' mantenere fede ai patti contratti con gli elettori che prevedevano un'attenzione proprio sulla parita' scolastica'' ed auspicano ''una soluzione positiva'', ma soprattutto che ''il presidente Ghigo voglia onorare i punti di un programma che ci ha portato in Consiglio regionale''.

Dall'altro lato i capigruppo di Forza Italia e An, Valerio Cattaneo ed Ennio Galasso, che, pur ribadendo il sostegno alla scuola non statale ''anche con un adeguato stanziamento di fondi'', precisano che ''l'approvazione della legge finanziaria prima della pausa estiva e' una priorita'', pertanto al momento di votare l'emendamento ''si adegueranno al parere che dara' l'esecutivo''.

E cosi', mentre la Lega, con il capogruppo Matteo Brigandi', fa sapere che 'e' indispensabile tutelare la compattezza della maggioranza, pertanto il Carroccio fino all'ultimo si adoperera' per una soluzione unitaria'', per i centristi replica Antonello Angeleri del Ccd, che ammonisce: ''Se dalla Giunta arrivera' un parere negativo saranno inevitabili le ripercussioni sui suoi assetti''. (segue)

(Abr/Idb/Adnkronos)