SANITA': I CINQUE PUNTI DEL PIANO REGIONALE DEL LAZIO
SANITA': I CINQUE PUNTI DEL PIANO REGIONALE DEL LAZIO
'PASSATO' SENZA TROPPE MODIFICHE, NONOSTANTE 160 EMENDAMENTI

Roma, 31 lug. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - Medicina non convenzionale, trasparenza sull'accesso ai dati, potenziamento del servizio di emergenza sui litorali, tempi di verifica sullo stato di avanzamento. Sono queste le 'tracce' lasciate dagli oltre 160 emendamenti al primo Piano sanitario del Lazio, approvato dal Consiglio regionale alle 7 di questa mattina, dopo una seduta 'fiume' iniziata lunedi'.

L'impianto originario del documento, quello approvato in Giunta il 21 giugno scorso, e' quindi rimasto lo stesso e nulla e' cambiato per le cinque sfide ritenute prioritarie per la programmazione sanitaria triennale: emergenza, abbattimento delle liste d'attesa, potenziamento dell'assistenza domiciliare, prevenzione, riconversione dell'ospedale per acuti.

Sul fronte delle medicine non convenzionali e' stato inserito un apposito paragrafo e la Regione si impegna a predisporre una commissione di esperti che valuti l'appropriatezza e l'efficacia di tali terapie prima di 'passarle' ai cittadini. (segue)

(Sal/Pe/Adnkronos)