TERRORISMO: FORMIGONI E CISL, NON FERMERANNO PATTO PER LAVORO
TERRORISMO: FORMIGONI E CISL, NON FERMERANNO PATTO PER LAVORO
'LIVELLO DI GUARDIA ALTO IN VISTA DI AUTUNNO CALDO'

Milano, 31 lug. (Adnkronos) - ''La rivendicazione giunta ieri, vecchia nell'impostazione ma minacciosa nei contenuti, non fermera' quel patto per il lavoro lombardo firmato nel 1998. Anzi, vogliamo che diventi sempre piu' concreto e ci lavoreremo intensamente da settembre''. Con queste parole il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, stringe la mano alla delegazione sindacale della Cisl in visita al Pirellone e invita a ''tenere alta la guardia in vista di un autunno caldo di incontri che puo' indurre altre minacce terroristiche''.

Anche il segretario della Cisl Lombardia, Carlo Borio, intende continuare a lavorare seguendo le linee stabilite ma senza sottovalutare la gravita' del gesto rivendicato dal Fronte Rivoluzionario per il Comunismo. ''La pericolosita' del terrorismo non si misura in base alla capacita' di un ordigno di causare una strage. Tuttavia non mettiamo in dubbio la linea scelta, non basta abbassare i toni in una societa' che ne usa di altissimi. Ci impegneremo per rispondere alle attese dei lavoratori precari che non hanno nessuna tutela''.

(Mrs/Pe/Adnkronos)