VENETO: 'TANGENZIALE DAY', OPPOSIZIONE REPLICA A GALAN
VENETO: 'TANGENZIALE DAY', OPPOSIZIONE REPLICA A GALAN
SOSPESA SEDUTA CONSIGLIO PER 40 MINUTI

Venezia, 31 lug. - (Adnkronos) - Seduta 'calda' oggi a Palazzo Ferro Fini dopo le dichiarazioni rese ieri dal presidente della regione Veneto, Giancarlo Galan, sul 'tangenziale day', organizzato dall'opposizione. ''Credo ci voglia una faccia piu' simile ad un'altra parte del corpo, per organizzare una manifestazione di questo genere'', aveva dichiarato a palazzo Balbi il governatore commentando l'iniziativa dell'opposizione, che dal canto suo ricorda a Galan la promessa dello scorso 9 agosto a proposito del Passante di Mestre. ''Se entro un anno non riusciremo a dare il via ai lavori -aveva affermato in quella occasione il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, a Venezia per la sottoscrizione del nuovo accordo governo-regione sulle infrastrutture- mi aspetto le dimissioni di Galan, anzi le avevo gia' pretese in bianco''.

Il presidente Berlusconi in quella occasione aveva anche scherzato sul fatto ''che non c'era la carta'', invitando a mandarle ''con una cartolina''. E proprio con una cartolina il centrosinistra ha lanciato il 'Tangenziale day', anche in Consiglio regionale, dove in mattinata alle 12.55 e' stata necessaria una sospensione della seduta in seguito ad una manifestazione in aula delle opposizioni, che alzatesi in piedi hanno esibito cartelli con slogan di protesta nei confronti di Galan. ''Non offendere, lavora'', questo il messaggio lanciato al 'Governatore'. La seduta e' ripresa dopo circa 40 minuti.

(Apd/Rs/Adnkronos)